XXX RIDEF ITALIA 2014

RENCONTRE INTERNATIONALE DES EDUCATEURS FREINET

XXX Ridef Italia

Centro Internazionale Loris Malaguzzi | Via Bligny, 1-A - 42100

Reggio nell'Emilia | 21-30 luglio 2014

Sguardi che cambiano il mondo

Abitare insieme
le città delle bambine e dei bambini

Chi siamo

MOVIMENTO  DI  COOPERAZIONE   EDUCATIVA

Via dei Sabelli, 119- 00185 Roma

T. 06.4457228 | mceroma@tin.it

MCEIl Movimento di Cooperazione Educativa (MCE) è un’associazione di insegnanti, educatori e dirigenti, nata in Italia nel 1951, sulle tracce del Movimento di Scuola Moderna del pedagogista francese Célestin Freinet, fondatore di un metodo didattico di pedagogia attiva. Presidente Onorario dell’Associazione è Mario Lodi.

È soggetto professionale qualificato alla formazione e aggiornamento con Decreto del M.P.I. 5 luglio 2005 prot.1224, e partecipa al Fonadds, Forum delle Associazioni dei Docenti e Dirigenti scolastici presso il Ministero della Pubblica Istruzione. Collabora con l’Agenzia per lo sviluppo dell’autonomia scolastica (ANSAS ex-Indire) per i corsi di formazione on-line degli insegnanti neo-assunti, per i progetti di Innovazione Didattica. Inoltre collabora con le Facoltà di Scienze della Formazione di diverse Università italiane, con convenzioni per il tirocinio, consulenza a studenti e laboratori riconosciuti per i crediti formativi.

È iscritto al registro delle Associazioni ed enti che svolgono attività nel campo della lotta alle discriminazioni (n.170-prot. 690 UNAR). Nel 2011, in occasione della sessantenario di fondazione ha concesso, quale suo premio di rappresentanza la medaglia della Presidenza della Repubblica.

Il Mce è presente in numerose Regioni e Città italiane con proprie sedi e gruppi cooperativi territoriali che attuano iniziative formative nel territorio in partnership con Enti e Associazioni

La  proposta educativa del Mce parte dal principio della cooperazione e della ricerca su tematiche disciplinari e dell’apprendimento, su una visione ecologica della conoscenza. Il MCE coniuga l’idea di cooperazione con l’impegno pedagogico, e la declina nella formazione degli insegnanti attraverso atelier, giornate di studio, corsi e incontri su esperienze e problemi educativi. Alla base del metodo Mce c’è la ricerca-azione, soprattutto attraverso la pratica del laboratorio adulto sui temi del rapporto con la natura, l’intercultura, la didattica delle discipline, la differenza di genere, le nuove tecnologie, i linguaggi espressivi.

L’associazione ha lo scopo di promuovere iniziative finalizzate all’innovazione di procedure e metodologie educative tese alla realizzazione del diritto all’istruzione, e non ha fini di lucro (art. 1 dello Statuto) e si sostiene grazie all’impegno delle persone che vi fanno parte.

 

FEDERATION INTERNATIONALE DES MOUVEMENTS D’ECOLE MODERNE            

Federazione Internazionale Dei Movimenti Di Scuola  Moderna

www.fimem-freinet.org

FimemLA FIMEM è stata fondata dal pedagogista e Maestro francese Celestin Freinet nel 1957, in un’epoca di grande fervore internazionale. Il suo scopo, ora come allora, è di realizzare nei diversi  Paesi del mondo le condizioni per il diritto di tutti all’istruzione secondo i principi dell’educazione attiva, e di dotare le istituzioni scolastiche di risorse tali da consentire un’educazione dinamica e una reale ‘alfabetizzazione culturale’. L’educazione, si dice nella ‘Carta della scuola moderna’, oggi rivista e riscritta, non è indottrinamento, ma sviluppo pieno della personalità, una personalità critica e aperta al cambiamento.

La F.I.M.E.M. è presente in 40 Paesi del Mondo ed è amministrata da un Consiglio di amministrazione formato da 5 membri in rappresentanza di diversi Paesi. Esso provvede, attraverso le quote di adesione dei Paesi membri, ad azioni di solidarietà, quali il sostegno a membri di Paesi terzi per la partecipazione alle R.I.D.E.F. o per finanziare stages di formazione alla pedagogia Freinet nei paesi d’origine.

Fra le proprie finalità, la F.I.M.E.M. considera:

  • Un’apertura al mondo, non solo all’Italia e all’Europa
  • Una dimensione interculturale utile anche per il lavoro quotidiano nelle nostre classi e scuole sempre più multiculturali (dal confronto con scuole e insegnanti dei Paesi del Mondo sono nati gemellaggi, interscambi, corrispondenze, progetti di solidarietà…)
  • Un confronto, una dialettica, al fine di produrre proposte ai governi e  sensibilizzare l’opinione pubblica sulla democrazia partecipativa, i diritti dei bambini; per cercare insieme le risposte a una visione economicistica e neoliberista dell’educazione, che sappia opporsi alla privatizzazione della cultura, che sostenga la laicità dell’educazione, le pari opportunità…

 

LA RIDEF – Rencontre Internationale Des Educateurs Freinet

SEDE OPERATIVA . MCE – VIa G. Ciardi, 41 – 30174 Mestre VENEZIA – T. 041.952362

www.ridefitalia.orginfo@ridefitalia.org

XXX Ridef ItaliaOgni due anni la Federazione organizza d’estate un incontro internazionale aperto a tutti gli educatori nel cui ambito vivere realmente la scuola attiva, confrontare esperienze, metodologie, tecniche didattiche, praticare la metodologia del laboratorio, e nello stesso tempo confrontarsi sulle grandi tematiche educative del nostro tempo: lo sradicamento urbano, la dimensione interculturale, la scuola come contesto democratico, la globalizzazione, le pari opportunità, i diritti dei bambini.  Le ultime R.I.D.E.F. si sono svolte nel 2006 in Senegal, nel 2008 in Messico, nel 2010 in Francia e nel 2012 a Leon, in Spagna. Il M.C.E. ha organizzato due volte la  R.I.D.E.F.:  nel 1969 a Montebelluna e nel 1982 a Torino… Il M.C.E. ha l’incarico di organizzare la R.I.D.E.F. in Italia, a Reggio Emilia, dal 21 al 30 luglio 2014.   

IL TEMA: SGUARDI CHE CAMBIANO IL MONDO. Abitare insieme le città dei bambini e delle bambine

 

Idee, valori e pratiche educative del MCE e della Ridef

IL MCE

Il MCE è un’associazione di insegnanti, educatori e dirigenti fondata sulla cooperazione, nata in Italia nel 1951. Aderisce alla FIMEM –Federation Internazionale des Mouviments de l’Ecole Moderne- che promuove la pedagogia Freinet nel mondo organizzando gli scambi fra educatori e le associazioni che la compongono.

La FIMEM organizza la RIDEF -Rencontre International des Educateurs Freinet-, appuntamento biennale

in cui si confrontano gruppi di insegnanti di paesi diversi e di continenti diversi, di lingue, di culture, di esperienze diverse, uniti dalla passione per l’educazione.

Il MCE

Il MCE è un movimento che si sostiene grazie ai propri iscritti e all’impegno delle persone che vi fanno parte. La lunga e ricca storia del Movimento è caratterizzata dalla ricerca, la sperimentazione, il bisogno e la voglia di condividere e coinvolgersi nel “mestiere dell’educare”.

Il MCE coniuga l’idea di cooperazione con l’impegno pedagogico-politico e la declina nella pratica didattica attraverso stages, giornate di studio, corsi e forme di aggregazione e di scambio sulle esperienze e sui problemi dell’educare. E’ presente con azioni di stimolo sui temi della difesa della scuola e dell’università pubblica, nelle sedi politiche ed istituzionali. E’ tra le nove associazioni consultate dal MIUR sulle problematiche che investono la scuola attuale, su cui elabora posizioni critiche e cerca punti di convergenza con le altre associazioni. E’ un ente professionale qualificato alla formazione e aggiornamento con Decreto del MIUR.

Collabora in varie forme con le Facoltà di Scienze della Formazione fornendo consulenza a studenti e offrendo laboratori riconosciuti dall’università.

Il lavoro nel MCE è basato sulla ricerca-azione, attraverso la pratica del laboratorio adulto su: rapporto con la natura, intercultura, didattica delle discipline, temi della scuola dell’infanzia, differenze di genere, linguaggi espressivi, nuove tecnologie.

Trasversali a tutto questo sono l’impegno e la pratica degli insegnanti iscritti a favorire e progettare una cultura di pace e una convivenza ispirata ai diritti di cittadinanza per tutte e tutti.

Le proposte, le produzioni, le elaborazioni partono dalle pratiche didattiche, dalla concreta attività della vita educativa quotidiana, scolastica e sociale.

LA RIDEF

La RIDEF nasce nel 1968 con il primo incontro a Chimay, in Belgio. L’appuntamento rimane annuale fino al 1982. Freinet la istituisce in un tempo in cui l’orizzonte internazionale richiama idealmente altre internazionali, extra statuali, l’unione delle classi lavoratrici e subalterne del mondo. La sua si chiama ‘pedagogia popolare’.

Da allora il mondo è cambiato, ma l’educazione rimane un territorio aperto, uno spazio mentale e fisico non contraddistinto da un’impronta statale, o confessionale, o etnico. La Federazione dei Movimenti di scuola Moderna, seguendo i principi della pedagogia Celestin Freinet si sente impegnata a promuovere in ogni scuola del mondo la crescita di ciascun bambino/a attraverso l’apprendimento cooperativo, lo sviluppo dello spirito critico e dell’autonomia di pensiero. Un obiettivo formativo raggiungibile solo attraverso il rifiuto di ogni discriminazione o condizionamento razziale, linguistico, religioso, di genere sessuale, politico, economico, culturale, sociale. In questo senso il compito educativo esce dalle aule scolastiche per investire e responsabilizzare ogni struttura della comunità sociale al fine di far acquisire ad ogni ragazzo/a quella che Edgar Morin chiama un’“identità terrestre”.

Intorno a questo obiettivo si incontrano e si confrontano gruppi di insegnanti di paesi diversi e di continenti diversi, di lingue, di culture, di esperienze diverse, uniti dalla passione per l’educazione.

L’appuntamento RIDEF, dopo l’incontro di Torino 1982, è diventato biennale per consentire un’organizzazione più organica attorno a un tema emergente. Si vedano, al proposito, le tematiche delle ultime quattro RIDEF:

  • Senegal 2006: Un’educazione di qualità per tutti, un’alternativa per uno sviluppo endogeno.
  • Messico 2008: Trasformare la pedagogia Freinet nel XXI° secolo – Per comunicare e condividere in una rete associativa di insegnanti cooperativa, inclusiva, in crescita.
  • Francia 2010: La pedagogia Freinet: una risposta alle nuove sfide del pianeta?
  • Spagna 2012: Uguaglianza di opportunita’, diversità di scelta- Diritto all’educazione per le bambine e le donne, uguaglianza di opportunità.

La RIDEF quindi si sta configurando come ‘laboratorio di laboratori’ per indagare e trovare possibili strategie di intervento nelle situazioni problematiche in cui si trovano ad operare gli educatori.

Il focus dell’incontro internazionale degli educatori Freinet a luglio 2014 sarà  sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza a partecipare alle scelte che li riguardano. In ogni villaggio, in ogni città e il mondo, uno sguardo, quello infantile che può cambiare la vita, le relazioni, i contesti. La RIDEF è un crocicchio di culture, di lingue,di paesi, di tradizioni scolastiche, di volti e di gruppi che si incontrano nell’arco di dieci giorni in cui esigenze formative di giovani insegnanti e pratica di ricerca-azione vengono scambiate, convivendo alla luce delle invarianti della pedagogia Freinet: l’espressione-comunicazione, il tatonnement, l’adeguamento dell’insegnamento all’apprendimento, il metodo naturale, la co-costruzione di conoscenze, la festa, l’incontro, l’intercultura come asse del lavoro educativo.

Questo post è disponibile anche in: Inglese, Tedesco, Portoghese, Portogallo